“La moda? È un mondo liquido, fondamentale avere esperienze differenti”

“La moda? È un mondo liquido, fondamentale avere esperienze differenti”

Intervista ad Alex Albini, CEO di Showmates

Showmates, realtà giovane e propulsiva con headquarter a Firenze e a Milano, è specializzata nella fornitura di prodotti e servizi per le aziende che lavorano nel campo della calzatura e della pelletteria. Abbiamo intervistato Alex Albini, CEO di Showmates e partner dell’Istituto Modartech, con il quale da tempo ha avviato una proficua collaborazione.

Albini, lei rappresenta una realtà dinamica e sfaccettata, quanto conta essere multitasking per lavorare nel mondo della moda?

Essere multitasking è ormai fondamentale per qualsiasi tipologia di lavoro, nella moda a maggior ragione perché è un settore molto liquido. È richiesta una grande specializzazione, ma allo stesso tempo è necessario avere una buona capacità di adattarsi ai bisogni dei mercati, dei clienti ma anche della società stessa, che cambia continuamente. Ogni azienda ha (e deve avere) una mission, una vision, insomma un driver da seguire, ma bisogna anche essere flessibili a sufficienza da percepire i cambiamenti del mercato, adattandosi alla domanda. La moda porta costantemente il consumatore ad avere nuovi bisogni e chi ci lavora deve essere bravo a trasformarli in realtà.

Che consiglio darebbe ad un giovane creativo che comincia oggi il suo percorso nel fashion business?

Il consiglio è alimentare sempre la creatività con input che arrivano dall’esterno. I confini tra i settori sono sempre più labili e un creativo deve riuscire a fare “picking” da mondi diversi per riuscire ad avere una visione il più eterogenea possibile. Leggere, studiare, conoscere lingue, avere interessi e una cultura sfaccettata, lavorare in aziende diverse per tipologia e dimensione consente di accumulare esperienze e sviluppare una coscienza critica. Chi sopravvive è chi si adatta, non il più forte.

Showmates collabora da tempo con l’Istituto Modartech: quanto crede siano importanti le relazioni di questo tipo tra aziende e istituti di formazione accademica?

Modartech, grazie alle esperienze che offre ai suoi studenti, è un acceleratore per l’ingresso dei talenti in azienda. L’Istituto ha applicato alla realtà del nostro paese un approccio anglosassone, più pragmatico. È una realtà attuale e al passo coi tempi che offre una collaborazione reale tra mondo accademico e mondo delle aziende, che rende meno traumatico l’impatto per chi si affaccia al mondo del lavoro.

Una formazione completa è sufficiente per essere competitivi sul lavoro?

Come in tutte le cose, serve il buon senso. Non è sufficiente il mondo accademico né quello del lavoro. Il mondo accademico ti apre la mente e ti dà un metodo, ma poi serve un approccio pratico e tanta esperienza sul campo per fare bene un lavoro. Le due cose devono andare di pari passo. L’istruzione non è un fine: se un buon voto non si trasforma in un modus operandi, vale ben poco.

Per conoscere tutti gli appuntamenti dell’Istituto Modartech invia una mail a orientamento@modartech.com


About the Author

Micaela Ciuccio

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per statistiche - Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente ad usare i cookies. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi