Aziende e partner che gravitano intorno al mondo della Comunicazione

Aziende e partner che gravitano intorno al mondo della Comunicazione

Collaborazione con un ampio network per lezioni, progetti didattici e stage dedicati al corso Communication Design.

Uno dei fiori all’occhiello di Istituto Modartech è lo stretto legame con le aziende del settore, che rappresentano una preziosa opportunità per entrare in contatto quotidianamente con esperti e professionisti, in un dialogo diretto con il mondo del lavoro.

Nell’ambito dei programmi didattici, le lezioni si arricchiscono di workshop, incontri, visite guidate ed approfondimenti con direttori marketing, giornalisti, fotografi, creative director, imprenditori, web agency e ricercatori che operano nella comunicazione e trasmettono agli studenti esperienza, consigli, tecniche e segreti del mestiere.

Riccardo Costagliola, Presidente Fondazione Piaggio

Il Museo Piaggio è centro di creatività e di innovazione, quindi in Modartech abbiamo trovato una “sponda” molto importante.
Questa scuola, oltre a promuovere le nuove professioni nel mondo dello stile e del design, riesce a dare ai giovani quella creatività che serve anche a noi. Siamo veramente felici di collaborare con Modartech.

I ragazzi riescono a trovare lavoro con una percentuale altissima solo pochi mesi dopo il completamento dei corsi. Se lo meritano perché vedo con quanto impegno lavorano e si dedicano a queste professioni.

Paolo Laratta, Marketing Director Ariete-De Longhi Group

In ogni progetto di comunicazione si deve inserire la propria personalità. La comunicazione è parte integrante dello sviluppo di un progetto e per essere impattante deve essere coerente con il posizionamento del brand.

Il mio augurio per gli studenti Modartech è di poter iniziare a lavorare per le aziende mantenendo la freschezza e l’apertura mentale che questa scuola gli saprà dare.

Gianmarco De Pascalis, Fashion Photographer

Tra le sue collaborazioni: Vogue Italia, Elle Accessories, Mercedez-Benz, Wella.

Il web ha una grandissima influenza sui fotografi, insieme ai social network è una grande fonte di ispirazione e ti aiuta a creare uno stile nettamente diverso rispetto a quello che va di moda in quel periodo. In questo lavoro bisogna stare al passo coi tempi, avere un aggiornamento costante e una cultura a 360 gradi.

Se fossi uno studente dell’Istituto Modartech, darei il 100% nello studio, perché essere preparati dal punto di vista tecnico e culturale è fondamentale.

Una volta terminato il percorso di studi cercherei di entrare quanto più possibile nel mondo in cui mi sono specializzato, anche facendo la gavetta. Ho fatto l’assistente per tantissimi fotografi di moda e still life e la gavetta può essere un’occasione per ‘rubare con gli occhi’ ciò che gli altri fanno.
Attraverso l’esperienza sul campo si capisce davvero come comportarsi nel mondo del lavoro.

Paola Cacianti, Giornalista RAI

Un giornalista deve essere sempre e comunque preparato. Una preparazione che deve spaziare a 360 gradi perché è solo così che si può conoscere, capire a fondo e comunicare al meglio le realtà che quotidianamente raccontiamo.

I momenti d’incontro tra aziende e studenti sono importantissimi, perché avvicinano i ragazzi alla realtà della professione, li avvicinano al proprio futuro. E a chi vuole fare questo mestiere consiglio di essere curioso e di avere un’attenzione circolare a tutto quello che gli avviene intorno e approfittare del web, che è una connessione con il mondo, confrontarsi e attivare, coltivare e creare un proprio spirito critico.

Edoardo De Giorgio, Capo Ufficio Stampa Maison Gattinoni

Il comunicatore oggi deve essere vigile sempre, quasi fosse il guardiano della contemporaneità. La rete e tutto il suo universo parallelo a quello reale, è ormai con noi e in noi. Un ufficio stampa deve vivere ormai sospeso tra due mondi: quello reale e quello virtuale che però si incontrano inesorabilmente.

Comunicare non è mai stato semplice e mai lo sarà. Una formazione qualificante e un aggiornamento continuo sono la base di partenza per diventare un buon comunicatore.

Fondamentale inoltre il periodo di stage in azienda, a completamento delle competenze acquisite durante il corso. Una full immersion nel vivo dei processi creativi, a stretto contatto con professionisti e designer. Lo stage fornisce infatti la possibilità allo studente di affiancare un professionista o un team del settore nella realizzazione di materiali di comunicazione, grafica, web e applicazioni consentendo di confrontarsi con la realtà lavorativa.

Stage, progetti e collaborazioni in agenzie di comunicazione, aziende, musei tra cui: Ikea, Piaggio Group, Armani, Kartel, Cimbali, Olivetti, Peuterey, Liu Jo, Rai, Vespa, Pitti Immagine, Gattinoni, Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna, Edifir – Edizioni Firenze, Museo Piaggio, Class Editori.

Il percorso formativo dell’Istituto Modartech, le collaborazioni con il network di aziende e il percorso di stage al termine del corso permettono di acquisire competenze ed esperienze appetibili per il mondo del lavoro.

Ampie le possibilità di occupazione: da un’agenzia di comunicazione, a un’azienda, ente o museo, così come una carriera da libero professionista nel ruolo di art director, grafico, web designer, social media manager, content manager, organizzatore di eventi e tante altre professioni nel variegato mondo della comunicazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per statistiche - Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente ad usare i cookies. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi