Buon compleanno reggiseno!

Buon compleanno reggiseno!

Ha compiuto cento anni, ma non li dimostra. È l’indumento indispensabile, amato dalle donne, idealizzato dagli uomini. Il reggiseno tratteggia nella sua evoluzione un secolo di storia della Moda.

Cento anni fa una geniale donna, discendente da una famiglia di inventori, Mary Phelps Jacob ha brevettato il reggiseno, un rudimentale accessorio che da allora, ha trasformato le abitudini, plasmando la silhouette femminile per regalarle fascino e comodità.

La lingerie, che le donne nei secoli hanno usato sotto gli abiti, per valorizzare la figura e per dissimulare i difetti, è sempre stata la fedele complice nascosta della bellezza. Dalle donne cretesi che indossavano una sorta di corsetto che lasciava i seni scoperti al “cestus” dell’antica Roma, definito da Marziale “la trappola di Venere” fino ai corsetti ottocenteschi, le donne cercavano alleati per esaltare le forme sotto gli abiti e inseguire un ideale di bellezza sempre in trasformazione.

Il Novecento coincide con tentativi di emancipazione femminile, maschiette e suffragette cercavano libertà e autodeterminazione a partire dal vestire. Piace quindi celebrare il “compleanno” del reggiseno, perché da quel momento la moda non sarebbe stata più la stessa.

Dal rudimentale reggipetto degli anni Dieci alle attuali sculture anatomiche dei nostri tempi sono passati un secolo di moda, storia e cultura. Il reggiseno ha assunto varie forme e costruzioni, dalle fasce dritte delle flapper girls degli Anni Venti in poi. Indimenticabili i “bullet bra”, i reggiseni a vortice indossati dalle burrose dive anni Cinquanta, che facevano esplodere la femminilità dagli abiti attillati. Raccontavano un concetto femminile, materno e seducente, che venne messo in discussione sullo scorcio degli Anni Sessanta, assieme al reggiseno, demonizzato dalle femministe, che nel 1968, in occasione dell’elezione di Miss America, venne condannato al rogo pubblico.

Il breve declino di questo emblematico indumento si arresta negli anni Ottanta, assieme alla rinascita del mito della Moda e dei grandi stilisti, fino a esplodere nella grande invenzione del Wonderbra, che esalta il décolleté, nel 1994, ormai un’icona di costume. Tutto il resto è attualità.

Il reggiseno in vetrina
Il centenario del reggiseno è stato celebrato nella splendida cornice della perla delle Dolomiti e ha visto protagonisti con fantasiose anticipazioni dal futuro alcuni giovani studenti dell’Istituto Modartech di Pontedera, che hanno creato per l’occasione uno splendido reggiseno PopStar, ispirato al look di Lady Gaga, alcuni bozzetti e il logo della manifestazione.

“Cortina’s Secret” è stato ideato da Alessandra Lepri e organizzato da Maria Anna Zerbini dell’agenzia Proxima Res grazie al supporto di Cortina Turismo che ha voluto e ospitato con grande entusiasmo e partecipazione l’evento,  in occasione della terza edizione del Cortina Fashion WeekEnd.

Gli interessanti contenuti dell’esposizione, una mostra diffusa lungo il corso principale, nelle più belle vetrine, sono stati resi possibili dai capi storici forniti da Tara Vintage di Patrizia Fissore, celebre collezionista di abbigliamento dei più famosi couturier e stilisti di varie epoche.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per statistiche - Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente ad usare i cookies. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi