Communication Trend: la tecnologia a portata di click

Da dove nasce l'esigenza di entrare a far parte del vasto network del web e dei social media?

“La prima cosa che si nota nell’atto creativo è che si tratta di un incontro … la creatività è il confronto dell’essere umano intensivamente conscio con il suo mondo” (Rollo May, psicologo)

Nella sociologia generale le reti sociali sono considerate come gruppi di individui connessi da legami sociali. Da questo concetto di integrazione tra uomini, nato ben prima della nascita dei computer e della diffusione del web, derivano i social media che oggi conosciamo e che utilizziamo frequentemente nel nostro quotidiano. Ma da dove nasce l’esigenza di entrare a far parte di un network così vasto?

Le filosofie degli esperti sono molte e profondamente contrastanti tra loro. Da una parte vi sono i critici che vedono nella diffusione dei social network la pericolosità di un’uniformità diffusa, dall’altra i fautori di queste tecnologie, i quali considerano i vari Facebook e Twitter come una risorsa, un valore aggiunto che permette agli individui di porsi sullo stesso piano in una condizione di assoluta uguaglianza al di là del proprio status sociale. Certo è che la diffusione di questi strumenti di connessione è oggi estremamente diffusa e sempre più incontrollabile. Diverse aziende che desiderano costruire un brand, non possono esimersi dal cercare di presentare una propria identità anche sui social network.

Per rifarsi a dati recenti il 39% dell’utenza è solita “twittare” un brand, il 41% ne condivide video e link, il 58% pone il proprio apprezzamento su Facebook ai propri marchi preferiti e il 42% li cita sul proprio stato. La concretizzazione di progetti di social business si attua attraverso un vero e proprio programma di formazione aziendale, a testimonianza di quanto oggi sia irrinunciabile la presenza sui maggiori social per i brand che desiderano associarsi al concetto di modernità. Per ciò che concerne la propria presenza privata sui social network, il social graph degli utenti si trasforma in un elemento chiave al fine di costruire esperienze personalizzate: l’insieme dei contatti, dei contenuti e delle azioni che le persone intraprendono sui canali social sono molto utili per costruire interazioni dedicate ed aggiungere valore alle azioni più comuni.

Per non parlare poi dei vari netbook, notebook, tablet, smartphone: gli strumenti a disposizione degli amanti del web sono innumerevoli e, oggi come non mai, alla portata di tutti. L’offerta proveniente dal mercato e l’aspra concorrenza tra emergenti e storiche aziende di produzione di dispositivi elettronici, hanno fatto sì che il quantitativo di prodotti disponibili sia oggi sempre più vasto, nell’esigenza di rispondere alle richieste di una porzione di mercato in crescita e sempre più diversificato. Scegliere i dispositivi elettronici giusti e farli interagire tra loro diviene allora la risorsa irrinunciabile per tutti coloro che non vogliano incorrere in sovrapposizioni, evitando inutili perdite di tempo, con l’obiettivo di essere “always on”.

Al fine di “costruire” una rete di connessioni integrate, quella che nel linguaggio tecnico si usa chiamare “scrivania 2.0”, è necessario l’utilizzo di sei dispositivi comunicanti: un notebook per gestire il lavoro, un tablet per restare connessi anche in movimento, un proiettore e un puntatore laser per le presentazioni e, per finire, un versatile centralino.

Nel processo di integrazione di dispositivi diversi tra loro, è necessario adottare codici di comunicazione e impostazioni strutturali differenti in funzione dello strumento, adottando il Responsive Web Design, tecnica con la quale la realizzazione di un progetto web, viene eseguita modificando il numero di elementi con lo scopo di ottimizzare la visualizzazione di un layout a seconda delle dimensioni dello schermo.

Al fine di risultare riconoscibili nella vastità di risorse e di contenuti disponibili sul web, si pensi che in media ogni minuto vengono caricate circa 48 ore di video su Youtube, la parola chiave è e sarà sempre la stessa: distinguersi. Da questa diffusa necessità prendono piede diverse figure professionali nel mondo della comunicazione, grafica e web design.


Seguici su per conoscere le opportunità che ti aspettano nel communication system.

Dalle professioni più creative per realizzare campagne di comunicazione integrata su web o materiale cartaceo, alle professioni più tecniche legate agli aspetti di progettazione e sviluppo. Senza tralasciare le forme di comunicazione più innovative come i social media, le applicazioni per dispositivi mobili o i video.

Vieni a conoscere l’offerta formativa dell’Istituto Modartech: ti invitiamo a contattarci per chiederci informazioni o per fissare un colloquio di orientamento personalizzato senza impegno.

Maggiori Informazioni
orientamento@modartech.com , 0587 58458