Il decennio che ha rivoluzionato la moda interpretato dai creativi: è questo il tema di “The Sweet Sixties. Narrazioni di Moda”, mostra a cura di Stefano Dominella e Guillermo Mariotto, presidente e direttore creativo della maison Gattinoni, per celebrare gli anni ’60, inaugurata il 27 marzo 2023 al Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo a Roma.

Accanto ai capi più iconici firmati da grandi nomi della creatività come Ken Scott, definito “Il Giardiniere della moda” proprio per le sue stampe floreali, Courrèges, Paco Rabanne, Pierre Cardin, o Max Mara, viene presentato anche l’outfit realizzato da Sara Giannini, alumna dell’Istituto Modartech.

Tessuti innovativi che danno vita ad affascinanti illusioni ottiche seguendo l’esposizione della luce, utilizzo di materiali di recupero, ed elementi ispirati a stilisti come Paco Rabanne e Courrèges: la ricerca della giovane designer parte dall’analisi dettagliata della moda anni ’60, i materiali impiegati sono tessuti e accessori second hand, uniti a scarti di magazzino, con i quali Sara ha dato vita a un abito verniciato con un particolare materiale che all’esposizione della luce crea un effetto di “illusione ottica”.

Recuperando alcune catene in alluminio è stata inoltre creata una sorta di “armatura”, arricchita con delle paillettes. Completa l’abito un top dalla scollatura particolare a barca, fortemente Sixties.

La mostra si divide in cinque capitoli che raccontano la parte più leggera e sognante degli anni ’60. Un esperimento che, facendo suo il linguaggio della contaminazione visiva e dell’upcycling, guarda alla moda di quegli anni come ad un archivio da consultare e valorizzare attualizzando l’identità culturale di una decade complessa e multiforme.

Per maggiori informazioni sul corso di Laurea Triennale in Fashion Design, contattaci a orientamento@modartech.com