Milano Moda Graduate è il contest organizzato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, che nasce con l’obiettivo di promuovere e celebrare il lavoro di eccellenza delle scuole di moda italiane e il talento creativo degli studenti di moda e design.

La studentessa del corso in Fashion Design Chiara Balla ha vinto il “CNMI Award”, primo premio di Milano Moda Graduate 2023.

Un premio prestigioso conferito da una giuria internazionale, composta da numerosi esperti del settore moda, che ha premiato la creatività e i valori inclusivi sottesi nella sua collezione “Burrnesh”, ispirata alle donne dei Balcani che si vestivano e si comportavano da uomo e come tali venivano riconosciute dalla società.

Da qui nasce quindi una collezione a metà stradatra tradizione e innovazione, realizzata con tessuti di origine italiana e panno del Casentino, dove vengono messi in risalto piccoli dettagli come stampe e ricami fatti a mano, frutto di ricerca e sperimentazione.

All’evento Milano Moda Graduate 2022 finalisti due studenti del corso in Fashion Design

Focus sulle collezioni: “The Last Era” di Angelica Sarti, ispirata dalle forme geometriche e simmetriche delle costruzioni umane, inserendo però dettagli e lavorazioni che si rifanno ad una natura inarrestabile che combatte l’essere umano; “Design” di Matteo Calandrino, nella sezione speciale YKK Italia, main partner dell’iniziativa, caratterizzata da capi trasformabili: da un capo ne otteniamo due, una manica si trasforma in borsa e una sciarpa in cappuccio.

La studentessa del corso in Fashion Design Emilia Torcini ha vinto il Vogue Talents Award durante l’edizione di Milano Moda Graduate 2021.

Un premio prestigioso conferito da una giuria presieduta da Carlo Capasa, presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana ed esponenti del fashion system tra cui ETRO, MAX&Co, Fendi, Rinascente, Zegna e Class Editori, consegnato da Sara Sozzani Maino, Deputy Editor in Chief Vogue Italia e Head di Vogue Talents, che ha premiato la creatività e i valori inclusivi sottesi nella collezione “Disability is not a limit, you are the limit“.

Il premio prevede il lancio di un esclusivo editoriale dedicato alla studentessa pubblicato su Vogue Talents.

Sulla passerella del Museo della Permanente grande apprezzamento anche per i capi slow fashion della designer emergente Sara Giannini, che ha portato in scena temi e trend legati all’emergenza ambientale, la sostenibilità e il riuso con la sua collezione “ARYA“.

La studentessa Modartech Giulia Barbieri ha vinto la 6ª edizione di Milano Moda Graduate.

La giovane creativa del corso in Fashion Design, ha portato sulla passerella del Museo della Permanente di Milano la collezione Look Over creata nei laboratori dell’Istituto e presentata in anteprima al Digital Fashion Show.

La collezione ha conquistato la giuria internazionale presieduta da Carlo Capasa, presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana e da importanti aziende della moda e della comunicazione tra cui: Ferragamo, Tsum, Harper’s Bazar, La Rinascente, MF Fashion, ETRO, Vogue Talents, Sugar e Penelope.

Un plauso a Serena Carpita, studentessa del corso di Fashion Design, finalista nell’ambito della sezione YKK Italia con un outfit della collezione interamente sostenibile “Chimney Sweep Shout” rivisitato con gli accessori da chiusura dell’azienda giapponese.

All’evento Milano Moda Graduate, nella sezione speciale YKK Italia, main partner dell’iniziativa, sono state selezionate come finaliste tre studentesse del corso in Fashion Design.

Focus sulle collezioni: “The Land Of All” di Alma Rinaldelli dalle forme etniche legate alla tragedia dei migranti del Mar Mediterraneo; “La Violenza Invisibile” di Jessica di Lupo, una collezione contro il fenomeno del cyberbullismo e composta da outfit stile college; “Imperfection Is Perfection” di Cinzia Cerri, con capi che esaltano le imperfezioni fisiche attraverso accessori non convenzionali e outfit dalle forme destrutturate e asimmetriche.

Istituto Modartech ha presenziato durante manifestazione con un’installazione statica della collezione Dynamic Pattern Cutter, che presenta le tele sartoriali realizzate durante il corso Fashion Technology – Modellista CAD Abbigliamento. 

La sfilata ha invece posto l’attenzione sul Creative Project Vespa Style e su Urban Rider collection, progetti dedicati al 70esimo anniversario della Vespa Piaggio che ha visto i lavori degli studenti come protagonisti tra design e heritage, tecnologia ed ecosostenibilità.

Sulla passerelle le creazioni degli allievi dei corsi di Fashion Design, Web & Graphic Design e Fashion Technology Modellista CAD Abbigliamento.

Durante la prima edizione di Milano Moda Graduate, in collaborazione con Piattaforma Sistema Formativo Moda, gli spazi della Triennale sono stati la cornice di una installazione di abiti ed accessori realizzati dagli studenti.

L’appuntamento ha visto la presentazione di alcuni abiti delle collezioni create dagli studenti del corso in Fashion Design sul tema della robotica, progetto realizzato ispirandosi all’Atelier della Robotica dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna e le creazioni degli studenti di Shoes in Italy-Tecniche per la realizzazione artigianale di calzature Made in Italy, progetto IFTS finanziato dalla Regione Toscana.

I lavori degli studenti in mostra a Milano Moda Graduate sono stati oggetto di presentazione a LineaPelle a Milano, ad Expo 2015, nell’ambito dell’area dedicata a Valdera per Expo a Milano e all’evento Creactivity a Pontedera.