Ecosostenibilità e Moda

La testimonianza dell'eco designer Tiziano Guardini.

Il designer vincitore del Green Carpet Award protagonista di una masterclass per gli studenti di Istituto Modartech.

L’importanza del legame tra uomo e natura e l’attenzione ecologica sono i concetti alla base delle collezioni haute couture del designer di punta della moda green Tiziano Guardini, ospite nei laboratori di Istituto Modartech durante una masterclass tenuta agli studenti del Corso di laurea in Fashion Design, pronti a sviluppare le proprie collezioni.

1. Su quali concetti si fonda la tua filosofia di moda?

La moda mi da la possibilità di esprimermi, è un concetto artistico e un veicolo di espressione potentissimo in cui riesco a sperimentare, osservare e trasformare la realtà. I pilastri su cui si fonda la mia filosofia di moda sono i concetti di generless, sostenibilità, timeless e riconnessione con la natura.

2. Cosa vuol dire per te sostenibilità?

L’economia circolare è la capacità di celebrare la sacralità della vita tornando in armonia con la natura e con il nostro pianeta, è un risveglio generalizzato che connette tutti gli uomini creando armonia, una spinta a produrre nel rispetto del pianeta perseguendo riferimenti circolari, immaginando lo scarto come qualcosa che genera nuova vita. Ogni persona nel mondo può vestirsi in modo sostenibile portando benefici all’ambiente e agli altri uomini.

Di qui parte l’ispirazione per le mie creazioni ECOuture fatte di tessuti innovativi e compatibili come il: bio-nylon, realizzato da olio di ricino, pellicce create con aghi di pino, cotone rigenerato, seta non violenta e lana rigenerata dal distretto di Prato.
Sostenibilità significa anche sostenere le attività che operano a livello sostenibile, per questo cerco di coinvolgere i distretti chiave che promuovono il Made in Italy come quello di Prato.

3. Come applichi il concetto di ecouture nella moda?

L’elemento della natura è presente in tutte le mie creazioni: le mie modelle si vestono della natura stessa. Ho vinto il Green Carpet Fashion Award con un abito composto da seta non violenta tinta con indaco adornata di paiettes realizzate con gusci delle cozze iridescenti, nylon rigenerato da reti da pesca lavorato e laserato.

Le mie creazioni erano anche protagoniste della Sustainable Week durante la Milano Fashion Week in cui ho presentato pezzi unici e irripetibili in cui si elimina il concetto di scarto, totalmente estraneo all’ambiente. Polo, t-shirt e pantaloni in eco nylon, cotone organico, denim non lavato e non colorato, felpe in cotone biologico e lana rigenerata. Ho anche qui enfatizzato l’attenzione ecologica e rendendola una filosofia di vita quanto più radicata possibile.

4. Un messaggio per i creativi del domani

Non abbiate paura di cambiare strada e di cercare nuove soluzioni.
Siate voi stessi e impegnatevi a studiare e applicare i concetti di sostenibilità, mettete in moto soluzioni ecologiche nelle vostre creazioni. Non tralasciate mai la conoscenza di trattamenti, tessuti e filamenti, la loro origine e il loro impatto sull’ambiente.
I principi sui quali fondare il vostro lavoro del domani? Ricerca, rispetto e divertimento.


Per maggiori informazioni sul corso triennale di Fashion Design con rilascio di Diploma Accademico di Primo Livello – Laurea Triennale, invia una mail a orientamento@modartech.com o contattaci direttamente al numero 0587 58458.